Festival SiciliAmbiente

Festival SiciliAmbiente

Si terrà anche quest’anno,  dal 14 al 19 luglio, il Festival SiciliAmbiente.

Nella splendida cornice di Palazzo La Porta, sede del Comune di Sa Vito Lo Capo, si alterneranno proiezioni, incontri e dibattiti dedicati alla sostenibilità ambientale, all’integrazione e ai diritti umani.

siciliambiente - Hotel Trinacria

Ma non finisce qui perché ogni giorno, in spiaggia, in Piazza Santuario e sulle vie principali della cittadina, si terranno attività ricreative e culturali e si potranno conoscere espositori ed associazioni che operano portando avanti gli stessi principi della kermesse, organizzata sotto la creativa direzione di Antonio Bellia.

In attesa del programma ufficiale, ecco tutti i progetti in gara:

SEZIONE DOCUMENTARI:

Die Unsichtbaren (The Invisibles), Benjamin Kahlmeyer, 78′ (Germania)
Emergency Exit: Young Italians Abroad, Brunella Filì, 66′ (Italia)
La Sùta. La nostra eredità nucleare in un triangolo d’acqua, Cristina Monti, Daniele Gaglione, Paolo Rapalino, 68′ (Italia)
Leaving Africa, Iiris Härmä, 85′ (Finlandia)
Movement, Ellard Vasen, 80′ (Olanda)
Il mondo di Nermina, Vittoria Fiumi, 54′ (Italia)
Sul Vulcano, Gianfranco Pannone, 80′ (Italia)
Where might the wind rest?, Mohammad Ali Shirzadi, 76′ (Iran)
Zero Waste – Napoli senza monnezza, Raffaele Brunetti, 60′ (Italia)

SEZIONE CORTI:

An 27, Wabinle Nabie, 13′ (Francia, Burkina Faso)
Biodiversidad, Guillermo Chapa, 17′ (Spagna)
Bukit Duri, Anne Murat, 13′ 50” (Francia, Indonesia)
Fashion to Die For, Lynn Estomin, 5′ 36” (Usa, Bangladesh)
Gli Uraniani, Gianni Gatti, 25′ (Italia)
Hacia una primavera rosa, Mario de la Torre, 17′ (Spagna)
Isabel Isabellae, Amanda Rodriguez, 11′ 50” (Spagna)
L’impresa, Davide Labanti, 16′ (Italia)
La paralisi, Gianni Costantino, 25′ 54” (Italia)
Venerdì, Tonino Zangardi, 15′ 10” (Italia)

SEZIONE ANIMAZIONI:

Amir e Amira, Autori Vari, 4′ 16” (Francia)
Bella di notte, Paolo Zucca, 11′ 31” (Italia)
Jerminaciòn, Paul Gomez Lopez, 9′ 31” (Messico)
Juan y la nube, Giovanni Maccelli, 15′ 33” (Spagna)
Junk Girl, Mohammed Zare, 15′ 21” (Iran)
Kiko’s Paradise, Paco Gisbert, Ramón Alós e Paqui Ramírez, 9′ 10” (Spagna)
Le bal des meduses, Autori Vari, 6′ 10” (Francia)
Sticks and Stones, Isaac King, 3′ 35” (Canada)
Sweet Cocoon, Autori Vari, 5′ 55” (Francia)
The Illusion, Sarah Saleh, 2′ 17” (Egitto)

SEZIONE CORTI MOBILI:

Berlin to Prague without a map, Stefan Schott and Stefan Haehnel, 6′ 23” (Germania)
Britain by bike, Sentio Space, 4′ 35” (Inghilterra)
Delivery, Michael Beach Nichols / Christopher K. Walker / Joshua Simpson, 9′ 58” (USA)
Fixed on fixed, Raechel Harding, 9′ 48” (Australia)
Havana bikes, Diego Vivanco and Ian Clark , 5′ 20” (Cuba)
Lost bike girl, Bjoern Adelmeier, 9’45” (USA/ Germania)
Mianzi Rei – Mi Legs My Gears, Peter Scholl, Mark Wagner, 8′ 29” (Germania)
The gift, Russ Lamoureux, 2′ 46” (USA)
Velo Visionaries, Kristin Tieche, 6′ 19” (USA)

La giuria sarà così formata:

Sezione documentari: Heidi Gronauer, Lorenzo Hende, Marco Roncalli
Sezione Corti e Animazioni: Paolo Briguglia, Franco Marineo, Isabella Ragonese
Sezione Corti Mobili: Renato Alongi, Francesco Baroncini, Sabrina Gullo

Post a Comment